Sostegno a distanza

• per un bambino che frequenta le elementari     €  310,00
• per un ragazzo che frequenta il Liceo Professionale Agrario   € 465,00
• borsa di studio all’Università di Ouagadougou    € 1.550,00
• per i bambini denutriti    donazione libera


Non c’è durata minima dell’impegno e non vi è un importo minino.
A tutti viene inviata una foto di chi viene inserito nel gruppo sostenuto a distanza. Foto reale e nello stesso tempo simbolica in quanto il sostegno a distanza va a beneficio di tutta la collettività che viene aiutata.

Vi è anche un invio di aggiornamenti una volta all’anno da parte del responsabile in loco.

Consolidata e in continua espansione la forma di solidarietà che è definita in diversi modi: adozioni a distanza, affido a distanza, adozione scolastica a distanza, sostegno a distanza, tutela, padrinato, madrinato, borsa di studio, sponsorizzazione…
Pur essendo ogni organizzazione libera di utilizzare la denominazione ritenuta idonea, il termine scelto convenzionalmente è: SOSTEGNO A DISTANZA usato ora nella Carta dei Principi per il Sostegno a Distanza sottoscritto anche dal CAM SAFA.
Tale carta si ispira alle norme dello Stato Italiano e dei principi contenuti nei seguenti documenti:

  • dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, 1948
  • convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia (1989)
  • convenzioni dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, (1973 e 1999)
  • legge italiana contro la prostituzione minorile, (1998)

Ancora oggi milioni di esseri umani, in particolare bambini, muoiono ogni anno per denutrizione, causa prima delle malattie. La scolarizzazione è privilegio di pochi (in Burkina Faso è molto bassa). Il livello di vita rende impossibile un miglioramento senza un apporto dall’esterno. Il sostegno a distanza  o “adozione a distanza” è una risposta adeguata a tali situazioni. La parola “adozione” richiama immediatamente i termini: genitori-figli. Quella che vi proponiamo non è un’adozione vera a propria, in senso giuridico e legale. È sostegno a distanza, con il quale ci si fa carico di un bambino, di un ragazzo, aiutandolo ad uscire dalla miseria, ad acquisire un’istruzione, a costruirsi un avvenire dignitoso là dove Dio l’ha chiamato alla vita. Un bambino dell’Africa se venisse portato nelle nostre famiglie sarebbe oggetto di tutte le attenzioni, avrebbe anche affetto, ma noi pensiamo che potrebbe sentirsi “sradicato” e non potrebbe poi agire efficacemente per lo sviluppo ed il miglioramento sociale del suo Paese natio. Sappiamo tutti che l’istruzione è il primo e indispensabile passo verso uno sviluppo sociale e tecnologico.

Con il sostegno a distanza diamo la possibilità a un bambino di sopravvivere, di frequentare una scuola e studiare nella sua terra. Il ragazzo non sarà staccato dalla sua famiglia, dalle sue tradizioni.

Migliorerà la sua cultura restando tra la sua gente di cui continuerà ad imparare ed a conoscere usi e costumi.

Per maggiori informazioni

tel 011 942 6335    camsafa@camsafa.org    fsfalbino@camsafa.org





camsafa_donazione_ded_ok
back